Inbound marketing: traffico alle stelle

Il marketing inbound, se fatto bene può portare un sacco di reddito passivo per il nostro business, a differenza dei metodi di marketing tradizionali, non è necessario spendere un sacco di soldi per raggiungere le persone che non sono nemmeno nel nostro mercato di destinazione o in target.

È possibile indirizzare le campagne mirate in base all’età, al sesso, all’interesse e così via.

Molte aziende stanno godendo dell’enorme potere del marketing inbound, ma non si può ottenere nulla in cambio senza investire il proprio tempo nella creazione di un sistema e nell’implementazione di efficaci strategie di marketing inbound.

Uno dei grandi strumenti che possono aiutarci nei nostri sforzi di marketing inbound è il software HubSpot Inbound Marketing.

HubSpot ci permette di godere gratuitamente di un eccellente set di strumenti, possiamo ottenere idee per parole chiave, pianificare i post sui social media, monitorare le campagne di content marketing e molto altro ancora, ci aiuterà a configurare bene il sistema.

Quando parliamo di marketing inbound, dobbiamo sapere che esistono due metodi per ottenere traffico: Pagato e organico. In questo articolo, parliamo di traffico organico di ricerca.

La cosa migliore del traffico organico è che i motori di ricerca ci manterranno l’invio di traffico di alta qualità se riusciremo a dominare la classifica di ricerca e nonostante sia gratuito, il tasso di conversione del traffico SEO è eccellente.

È necessario fare un sacco di lavoro in anticipo per raccogliere i benefici del traffico organico ed è necessario attuare le giuste strategie.

Se ad esempio cercassimo di aumentare il traffico di ricerca con persone trovate a caso su un qualsiasi forum online, i suggerimenti che otterremo ci potrebbero far perdere tempo, dare solo una piccola spinta al nostro numero di visitatori, o ottenere che il nostro sito vada sulla lista nera di Google.

Quindi se non sappiamo come discernere i suggerimenti, potremo finire per rovinare tutti i nostri sforzi.

Vediamo ora alcune tattiche collaudate che hanno dato un  buon risultato per molte aziende senza portare alcun problema al nostro sito.

1) Iniziare con un audit dei contenuti

Che cosa succede se vi dico che la rimozione di alcuni pezzi di contenuto può aumentare il traffico verso il nostro sito? È una realtà, e molti siti web hanno visto un aumento del loro traffico di ricerca, la rimozione selettiva delle erbacce dal nostro sito è chiamato audit dei contenuti.

Il contenuto consiste nell’analizzare le varie pagine che non funzionano bene e poi rimuovere o sostituire il contenuto della pagina per mantenere il nostro sito più sano. Google e altri motori di ricerca vedranno il sito come più autorevole se non abbiamo post di bassa qualità.

Alcuni altri siti sono arrivati ad avere oltre il 50% di di traffico in più dopo aver eseguito un audit dei contenuti.

2) Eliminare il termine di ricerca che non ha concorrenza reale

Ci sono un sacco di parole chiave che non sono ancora state interessate da siti di importanza rilevante infatti è possibile trovare un sacco di risultati di ricerca per termini in cui i siti non offrono articoli di qualità.

La prima, da fare è impostare qualche ricerca di parole chiave attraverso strumenti adatti che ci aiuteranno a trovare parole impostate senza concorrenza, controllanao l’autorità del dominio e il conteggio delle parole degli articoli che compaiono sui risultati di ricerca.

3) Focus su titoli basati sulle emozioni

Non importa se riusciamo ad accedere alla prima pagina di Google se nessuno clicca sul link, uno dei modi migliori per aumentare il tasso di click-through rate è concentrandosi sulla creazione di titoli basati sulle emozioni.

Così, quando più persone cliccano sul link, Google promuoverà il tuo sito. Ecco un esempio di un titolo basato sull’emozione: “Come liberarsi di 20 kg velocemente senza sacrificare cibi gustosi?”

Si innesca le emozioni, come la curiosità e la parola “veloce” promettono loro gratificazione immediata che li spingerà a saperne di più.

4) Traccia i tuoi concorrenti e i loro backlink

Un modo efficace per aumentare le nostre possibilità di ottenere backlink è quello di mantenere i nostri concorrenti più vicini, significa tenere traccia dei loro backlink. Analizzando il post del nostro concorrente, aumenteremo le possibilità di ottenere back link.

È possibile visualizzare l’elenco dei siti che hanno collegato all’articolo ed offrire contenuti migliori per ottenere backlink da quei siti.

5) Aumentare il traffico dei post appena pubblicati

Nessuno saprà dei nuovi post pubblicati sul blog, infatti i motori di ricerca non considereranno il nostro articolo come una risorsa essenziale sull’argomento, quindi, per dargli slancio, è possibile sfruttare il potere della pubblicità a pagamento.

Questa modalità ci aiuterà ad attirare più persone a visitare la pagina e a condividere il blog. Non dovremo tralasciare la nostra lista e-mail e raggiungerla con il nostro nuovo messaggio poiché gli abbonati hanno maggiori probabilità di condividere il nostro contenuto.

6) Concentrarsi sulla creazione di messaggi virali

È possibile trovare molti argomenti che possono diventare virali utilizzando strumenti come BuzzSumo o cercando su siti di social bookmarking come Reddit e Q/A come Quora.

Dopo aver creato un blog di valore/virale, dovremo raggiungere le persone giuste e chiedere loro un favore, così avremo una buona probabilità che si colleghino al nostro sito e lo condividano, questo ci permetterà di ottenere un sacco di traffico verso la pagina.

Quando ottieni segnali social e backlink più elevati, Google promuoverà il tuo sito.

7) Trovare parole chiave secondarie per il termine di ricerca già classificato

Dopo avere ottenuto buoni risultati con vari termini di ricerca proviamo a cercare ed elencare le parole chiave secondarie che si riferiscono al termine di ricerca.

Supponiamo che siamo in classifica per il termine “marketing di affiliazione”, aggiungendo parole chiave secondarie all’articolo esistente e classificarle altre questo può aumentare significativamente il traffico di ricerca.

Il traffico organico è abbastanza stabile se è un argomento sempreverde, le tattiche che ho citato in questo articolo hanno funzionato per molte aziende.

Ottenere un traffico costante significa avere una fonte stabile di reddito.

Tuttavia, ci sono momenti in cui si può vedere un calo significativo del traffico organico, nonostante la posizione dominante nelle classifiche di ricerca così dovremo continuare a monitorare le performance e aggiornare le strategie, in base alla domanda del mercato e ai cambiamenti del settore.

Potrebbero interessarti anche...

WP to LinkedIn Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: